Ricordando Sergio La Salvia

Sabato 11 Gennaio 2014
Castelvecchio Subecquo, sala Padre Pio

CASTELVECCHIO. Una cerimonia pubblica per ricordare l’uomo, la sua opera e il profondo legame con Castelvecchio Subequo. Questo il senso della giornata di commemorazione dedicata allo storico Sergio La Salvia. Il 73enne morto il 23 novembre scorso a Roma. Appuntamento per oggi alle 15.30 nella sala Padre Pio che si trova in via Roma nel centro subequano.

L’insigne studioso di Giuseppe Garibaldi e curatore del suo epistolario, nonché specialista della storia del Risorgimento italiano e docente dell’università di Roma Tre, era molto legato a Castelvecchio, paese di origine della moglie, Vanda Cichella. Da allora è nato anche il suo legame per Castelvecchio. Affetto cresciuto nel tempo tanto che ora, proprio dal centro subequano, su volere dell’amministrazione comunale, è stato deciso di ricordare l’illustre storico e uomo molto conosciuto e benvoluto in paese.

«La commemorazione», ha detto il vice sindaco e assessore alla cultura Andrea Padovani, «è un atto dovuto per il profondo rispetto che la vita e l’opera di Sergio La Salvia hanno ispirato nelle persone che lo hanno frequentato». Alla cerimonia interverrano i parenti, tra cui il figlio Vasco, amici, colleghi e personalità del mondo accademico. (f.c.)